Cultura e storia a Dublino: le due tappe da non perdere

C’è chi dice che sia sufficiente un giorno per visitare Dublino. Ma se vi piace viaggiare, scoprire, visitare, immergervi nel clima e nella cultura di un luogo, per nessuna città è sufficiente un solo giorno.

Dublino non è una grande città, certo in un giorno si può sicuramente girarla tutta, ma non scoprirla e assaporarla in ogni suo dettaglio. Noi di Itinera vogliamo proporvi di dedicare una giornata alla scoperta di Dublino e dell’Irlanda, alla scoperta di due luoghi ricchi di cultura e tradizioni e che vi porteranno indietro nel tempo, raccontandovi la storia di questo paese. Il Trinity College e il Dublin Castle sono sicuramente due mete da non perdere se avete intenzione di andare a Dublino, ma il nostro consiglio è quello di godervi questi luoghi fino in fondo, osservando ogni dettaglio e scoprire ogni curiosità.

trinity-college-2

Raggiungere il Trinity College è semplicissimo, si trova esattamente nel centro della città, in College Green, Dublin 2. Ma cos’ è esattamente il Trinity College? Forse molti di voi avranno in mente la caratteristica biblioteca, ma il Trinity non è solo questo. Fondato nel 1592 con un editto della Regina Elisabetta I, il Trinity College è uno dei più antichi istituti d’istruzione del paese e il suo prestigio è riconosciuto a livello mondiale. Originariamente il college era riservato soltanto ai protestanti. I cattolici furono accettati nel 1793, mentre le donne furono ammesse solamente nel 1904. Tra i famosi ex studenti del Trinity College ricordiamo Samuel Beckett, Oscar Wilde, Edmund Burke e Oliver Goldsmith.

L’università include il complesso principale del college e il Trinity Technology and Enterprise Campus, al cui interno si trova la prestigiosa Biblioteca. Prima di entrare nella Vecchia Biblioteca concedetevi una passeggiata, rimarrete affascinati dalle imponenti strutture, con il loro stile unico, e dalle diverse sculture presenti all’interno del complesso.

La Vecchia Biblioteca, chiamata The Old Library, è stata costruita tra il 1712 ed il 1732 ed è una delle più importanti biblioteche di ricerca del mondo, conservando la più estesa collezione di manoscritti e di libri del paese.

Una curiosità: dal 1801 la Biblioteca si avvale del diritto di richiedere una copia gratuita di tutto ciò che viene pubblicato in Irlanda e nel Regno Unito. Ad oggi, circa tre milioni di testi sono custoditi in otto edifici, anche se sono tre le parti aperte al pubblico.

Entrando nel complesso a piano terra trovete il punto vendita dove è possibile acquistare souvenirs. Nel Padiglione Est è stato allestito un Tesoro, Treasury. Qui, potrete ammirare la collezione di manoscritti di testi evangelici medievali redattti in Irlanda, come il celebre Libro di Kells. Potrete inoltre scoprire la loro storia attraverso la guida, disponibile anche in italiano, e attraverso i numerosi schermi che mostrano l’arte delle prime scritture.

Proseguendo si arriva alla maestosa Long Room, la sala principale della Vecchia Biblioteca. Appena entrerete rimarrete subito avvolti dall’inconfondibile odore di libri antichi, per poi rimanere senza fiato alla vista dei 200.000 volumi, ordinati e disposti in maniera impeccabile. Lunga circa 65 metri, è interamente composta da libri. Intorno al 1850 gli scaffali erano così pieni che, nel 1860, il tetto venne rialzato in modo da poter costruire quello che è l’attuale soffitto e ulteriori scaffali situati nella galleria. Lungo i lati della galleria sono situati dei busti in marmo, una collezione di 14 busti di personaggi celebri iniziata del 1743. All’interno della Vecchia Biblioteca è custodita anche l’arpa più antica rimasta in Irlanda, risalente al XV secolo.

Il percorso finisce con il ritorno al punto vendita, dove potrete acquistare ricordi di ogni genere. Prima di uscire e continuare verso il Dublin Castle, potrete riposarvi e rigenerarvi con un caffè nel bar presente all’interno del campus.

Info Utili:
https://www.tcd.ie/
Orari d’ingresso:
Lunedi – Venerdì: 9.30 – 17.00
Sabato (da Ottobre a Maggio): 12.00 – 16.30
Domenica (da Giugno a Settembre): 9.30 – 16.30
College Green, Dublin 2

Prosegue il nostro percorso culturale a Dublino. Ci dirigiamo in Dame Street, la strada che trovate di fronte a voi appena usciti dal Trinity College. Dame Street è sicuramente una delle vie più trafficate della città, potrete trovare numerosi pub, diversi ristoranti con ogni tipo di cucina, bar e negozi. L’entrata per il Dublin Castle si trova in questa via, sulla vostra sinistra. Appena entrerete potrete notare una grande piazza, sarà necessario entrare nell’edificio presso la vostra sinistra per acquistare i biglietti e, se volete, è possibile avere la guida in italiano che vi accompagnerà in tutte le sale illustrandovi la storia del Castello e dell’Irlanda.

dublin-castle-copia

La visita comincia con un’introduzione circa la costruzione del Castello, ordinata da re Giovanni d’Inghilterra nel 1204. Con il passare del tempo, il Dublin Castle, divenne il più importante castello d’Irlanda ed attualmente è sede di importanti eventi di Stato. Dell’antico castello medievale rimangono solo alcune parti, come i sotterranei, dove si può ancora vedere il corso d’acqua che in passato circondava la struttura o i resti della Torre delle Polveri. Dopo una sosta presso la Cappella Reale con le sue bellissime vetrate ed il suo imponente organo, si giunge alle stanze del castello.

dublin-castle-2

Nel Pianerottolo di Battleaxe, sopra la maestosa porta, si può ammirare l’arpa d’oro su sfondo blu (colore ufficiale del paese), simbolo dell’Irlanda.

CURIOSITA’: prima di divenire simbolo ufficiale dello Stato, l’arpa era già il logo della celebre birra Guinness. L’arpa dello stemma dell’Irlanda è infatti di verso opposto rispetto all’arpa dello stemma della Guinness, in quanto non poteva essere riprodotto in modo totalmente uguale.

La sala di James Connolly, di fondamentale importanza per la storia del paese, è dedicata appunto a James Connolly, uno dei comandanti della Rivolta di Pasqua del 1916. Successivamente si passa alle Sale espositive, quattro stanze dove originariamente si trovavano le camere da letto per il viceré e i sovrani in visita al Dublin Castle. L’ultima stanza è il Salottino delle Signore, una sala dove si possono ammirare oggetti della collezione Granard, donati al Castello di Dublino nel 1973 dal IX Conte di Granard. Le quattro sale si affacciano sull’antica rimessa per carrozze e sui giardini, dove, all’epoca dei vichinghi, si trovava uno stagno nero chiamato “Dubh Linn”, da cui Dublino prende il nome. Per arrivare al Salotto, attraversiamo il Corridoio di Stato, composto da una sequenza di archi con bellissime decorazione dorate.

dublin-castle-4

Il Salotto di Stato venne in gran parte distrutto dall’incendio del 1941, ma è stato restaurato grazie all’utilizzo di fotografie e parti recuperate, come ad esempio i prestigiosi specchi e specchiere che si trovano nella sala.

Nei secoli XVIII e XIX , l’evento più importante di Dublino era il “The Season”, la stagione, e durava sei settimane. Si organizzavano balli e cene, e i festeggiamenti terminavano il 17 marzo, il giorno di San Patrizio, con il Gran Ballo. Lo scopo principale di questo evento era quello di trovare dei pretendenti per le ragazze in età da marito. Impossibile non rimanere affascinati da questa stanza, dove sono conservati anche i ritratti della Regina Vittoria e del suo consorte, il Principe Alberto.

dublin-castle-6

Presso la Sala del Trono, in passato utilizzata dal sovrano in visita per ricevere gli omaggi di sudditi e cortigiani, potrete notare il grandissimo trono, creato appositamente per la visita di Stato di Re Giorgio IV, data la sua enorme stazza ed il maestoso lampadario dorato, decorato con i simboli di Irlanda (trifoglio), Scozia (cardo) e Inghilterra (rosa).

dublin-castle-7

Dopo la Sala dei Ritratti, dove sono custoditi i ritratti dei viceré d’Irlanda, si arriva alla Sala di San Patrizio, la più sontuosa e una delle più antiche tra gli Appartamenti di Stato. In passato era la sala da ballo della corte vicereale. Il soffitto dipinto venne completato dall’artista italiano Vincenzo Waldrè nel 1790 ed è il più prestigioso dello stato. Sulle pareti si trovano appesi gli stendardi dei cavalieri dell’Ordine di San Patrizio. La stanza è oggi la sala cerimoniale più importante del Paese ed è utilizzata per gli eventi di stato come la cerimonia di insediamento del Presidente d’ Irlanda.

dublin-castle-11-fileminimizer

Con la Sala di San Patrizio si conclude la visita al Dublin Castle, ma proseguendo potrete rilassarvi al bar del Castello oppure sdraiarvi nei giardini nel retro se trovate una bella giornata.

Info utili:
Dame Street, Dublino 2
www.dublincastle.ie
Orari di apertura:
Da Lunedì a Sabato: 9.45 – 16.45
Domenica e giorni festivi: 12.00 – 16.45

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...